Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Stefano Peroni vince anche la Limabetone Storica

 

peroni-stefano-limabetoneIl fiorentino sulla Osella PA 8 di 3° Raggruppamento vince per la seconda volta la gara toscana organizzata dal'Abeti Racing che assegna il Trofeo Fabio Danti, nono round del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche. Sul podio virtuale anche Bonucci e Lottini su Osella 1° e 2° in 4° Raggruppamento. Giuliano Peroni svetta in 5° con la Martini MK32, Palmieri su Porsche in 2° e Nocentini su Chevron in 1° Image Stefano Peroni su Osella PA 8 BMW ha vinto la 30^ Limabetone - XXIII Limabetone Storica Trofeo Fabio Danti. Il pilota e preparatore fiorentino portacolori del Team Italia si è portato sul primo gradino del virtuale podio di gara con il tempo di 4’38”64 con cui si è imposto nel 3° Raggruppamento allungando pesantemente le mani sul titolo Tricolore, migliorando il suo tempo del 2016 di circa 6 secondi. -“Sono super soddisfatto - ha dichiarato il pilota figlio d’arte - ho abbassato il tempo dello scorso anno e rispetto alle prove più di quanto potessi aspettarmi, la macchina è stata perfetta. Una vittoria importante e punti molto preziosi per il campionato”-. Secondo tempo e vittoria in 4° Raggruppamento per il senese Uberto Bonucci sulla Osella PA 9/90, il portacolori del Team Italia ha ora ipotecato il titolo tricolore di raggruppamento con il successo sull’Abetone -“Seconda volta che facevo questa gara molto impegnativa ma certamente bella - ha commentato Bonucci - sono soddisfatto e contento per il successo di categoria”-. Terzo sul podio ideale e secondo in 4° Raggruppamento il pisano della Bologna Squadra Corse Piero Lottini che è riuscito a concretizzare i dati raccolti in prova e regolare al meglio la sua Osella PA 9/90 BMW -“Mi sono molto divertito e le cose sono nettamente migliorate dopo le prove - ha spiegato Lottini - buono il tempo che è uscito”-. Terzo sul podio di 4° Raggruppamento con il sesto tempo in ordine assoluto il rientrante fiorentino Armando Mangini che ha ripreso in fretta il ritmo delle salite ed anche quello delle autostoriche a cui il gentleman driver è meno abituato, trovando cos’ buon feeling con la Bogani SN da 3000 cc, con cui ha vinto tra le Sport Nazionali, dove ha duellato con il milanese punta della Scuderia del Portello Walter Marelli, che ha rinsaldato il comando in classe con la Lucchini SN Alfa Romeo, grazie al 4° di gruppo e 7° tempo assoluto. Quarto tempo di gara per Giuliano Peroni, papà di Stefano, su Martini MK32, vincitore del 5° Raggruppamento, quello delle monoposto, che malgrado il tempo perso per un sorpasso durante la sua salita ha potuto vincere ed allungare nella classifica tricolore, seguito in gara dal pilota di casa Ferruccio Torre sull’ammirata Reynard 893 di F.3, molto soddisfatto del risultato malgrado un allenamento al volante non costante. Sebbene più distante ottima gara per la ligure Gina Colotto che sulla F. Abarth 033 ha definitivamente vinto la classe 100 ed è ancora in lotta per tricolore. La pilota che ha iniziato a correre già in età adulta sta disputando una proficua stagione sempre tra i protagonisti di vertice del difficile raggruppamento. Alle spalle di Peroni in 3° Raggruppamento ottima prestazione per il veneto Denny Zardo, che nella gara test con la BMW 2002 TI in versione Silhouete che appartiene ad Asta, il campione trevigiano ha ottenuto l’ottavo tempo in ordine assoluto e 2° di Raggruppamento, nonché primo tra le auto turismo, malgrado una mescola di gomme troppo morbida per la lunga ed impegnativa gara toscana. Terzo in categoria Giorgio Tessore portacolori del racing Club 19, molto soddisfatto della risposta della Porsche 911 di classe GTS oltre 2500. Nono tempo generale con vittoria di 2° Raggruppamento per l’emiliano Giuliano Palmieri che ha trovato una precisa intesa con la Porsche Carrera RS che ha scelto per l’Abetone, sebbene ha lasciato del tempo prezioso in un difficile sorpasso ai danni di un concorrente che lo precedeva. Seconda piazza per il diretto rivale e corregionale Idelbrando Motti, anche lui sulla Porsche Carrera RS dalla quale ha ottenuto una buona risposta in gara. A salire sul terzo gradino del podio è stato il tenace bolognese Fosco Zambelli vincitore della classe TC2000 con la bella Alfa Romeo GTAM con cui ha trovato una efficace regolazione su un tracciato non congeniale al pilota. Ha completato i tempi della top ten generale ed ha ipotecato il titolo tricolore di 1° Raggruppamento Tiberio Nocentini, alla fine di un’altra gara decisamente proficua con la sempre fidata Chevron B19, sulla quale il bravo pilota ha anche risolto dopo le prove i problemi di temperatura dell’acqua elevati. Secondo sul podio di categoria Angelo De Angelis sulla Nerus Silhouette, vettura che si è comportata egregiamente in gara ed ha permesso al portacolori della Valdelsa Classic di migliorare notevolmente la prestazione rispetto alle prove divertendosi e ormai stringendo in mano la Coppa di classe tricolore. Terzo a sorpresa Francesco Tignonsini primo di classe TC 1000 con l’Abarth 1000, con cui ha sopravanzato i duellanti per la classe TC 2000 Franco Betti e Vittorio Novo che sulle BMW 2002 hanno chiuso nell’ordine. Si è confermato il più efficace tra le auto moderne della 30^ Limabetone il rientrante Franco Cinelli che ha vinto al suo esordio su Radical SR4 col tempo di 4’45”97, seguito da Franco Perini sulla sempre efficace Alfa Romeo 155 DTM e da Fabrizio Bonacchi sulla Formula Gloria, monoposto con motore rodato in prova.

e-max.it: your social media marketing partner

Calendario Campionato 2017

Pitrace-250x200

astacar180px

 bannermoreschi

180x80-di-fulvio-racing2014 

 tuttiautopezzi.it

autopezzistore.it

NEWSLETTER

Iscriviti per essere aggiornato con le ultime novità!